visite

informativa resa ai sensi dell'art. 13 del Codice pagina: http://www.shinystat.com/it/informativa_privacy_generale_free.html il visitatore potrà negare il proprio consenso all'installazione dei cookie di ShinyStat modificando opportunamente le impostazioni del proprio browser o cliccando sull'apposito link per attivare l'opt-out: http://www.shinystat.com/it/opt-out_free.html.

mercoledì 29 settembre 2010

RHO MONZA: I COMUNICATI STAMPA DEI CONSIGLIERI D'OPPOSIZIONE IN PROVINCIA DI CASATI E GATTI IL GIORNO DOPO L'INCONTRO DI IERI


IMPORTANTE DA LEGAMBIENTE CIRCOLO GRUGNOTORTO

 
presso l'URP del Municipio di Paderno Dugnano
puoi firmare il
"PROGETTO DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE"
per lo
"SVILUPPO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA E DELLE FONTI RINNOVABILI
PER LA SALVAGUARDIA DEL CLIMA"
 

Sarà anche possibile firmare al tavolo di Legambiente
in occasione del " Eco Festival "
di domenica 17 ottobre
presso il Centro Sportivo Comunale di via Serra.

RHO-MONZA: L'INCONTRO DI IERI IN PROVINCIA

Si è svolta ieri l'attesissima riunione del Consiglio provinciale di Milano, all'interno della quale si dovevano discutere due importanti mozioni sull'interramento della Rho-Monza.
Scopo del dibattito era cercare di riaprire la discussione sul progetto dell'interramento, al fine di ipotizzare una riconvocazione di una nuova conferenza dei servizi e di considerare la faccenda dell'interramento all'interno della procedura di appalto/concorso prossima ventura.
Accesa ed accorata è stata la requisitoria dei Consiglieri Casati e Gatti.
Il Consigliere Gelli (Lega Nord) ha fatto un pacato intervento, ma, in sede di voto, i muri dei due schieramenti politici hanno avuto la meglio, per cui tutto lo schieramento di centro-destra ha bocciato la proposte dell'interramento, sancendo, ancora una volta, che a Paderno Dugnano la fase di progettazione definitiva procederà solo ed esclusivamente sulla base del funesto progetto preliminare a noi ben noto. 
I cittadini padernesi presenti e il Comitato per l'Interramento, in segno di disapprovazioe hanno portato alle massime autorità della Provinicia la "COPPA UFFA", recante la segente targhetta:
COPPA UFFA
1° classificata
Provincia di Milano
Torneo Rho-Monza
LEGA NAZIONALE DILETTANTI
(ALLO SBARAGLIO)

L'Assessore De Nicola non l'ha presa troppo bene. 

Sarà interessante sapere, giovedì 30 settembre, ore 18:30, Centro "Falcone e Borsellino" quale sarà il contenuto della mozione pro-interramento annuciato dal Presidente Papaleo, dal momento che in Provincia tutto lo schieramento di governo ha deciso la morte in croce di Paderno Dugnano, cioè l'esatto contrario dell'interramento.
 
E' ora di partecipare in modo ancora più massiccio agli eventi che interessano la Rho-Monza, a partire dal consiglio comunale del prossimo 30 settembre.

lunedì 27 settembre 2010


NUOVO COMUNICATO STAMPA DEL COMITATO PER L'INTERRAMENTO DELLA RHO-MONZA


Il CCIRM ha in programma diverse iniziative volte soprattutto a coinvolgere e sensibilizzare i Padernesi sul progetto di ampliamento della SP46 Rho-Monza, che interesserà un ambito cittadino densamente antropizzato, ma con estreme ripercussioni. LEGGI TUTTO...

lunedì 20 settembre 2010

VENERDI' 24 SETTEMBRE ALLE ORE 11,30 PRESSO L'HOTEL NAZIONALE IN PIAZZA MONTECITORIO A ROMA, VERRA'  PRESENTATO ALLA STAMPA L'APPELLO DELLA COSTITUENTE ECOLOGISTA.
 
INTERVERRANNO DIVERSI FIRMATARI TRA CUI:
MARIO TOZZI, GIOBBE COVATTA, ANGELO BONELLI, GIULIANO TALLONE, DOMENICO FINIGUERRA, VIOLANTE PALLAVICINO, FRANCESCA COMENCINI, CLAUDIA BETTIOL,  LAURA CIACCI.
 
CONTEMPORANEAMENTE VENERDI' L'APPELLO E I PRIMI FIRMATARI SARANNO DISPONIBILI SUL SITO  www.costituentecologista.it

mercoledì 15 settembre 2010

Si è tenuta oggi, come annunciato, la conferenza stampa di presentazione dei CAMION VELA.Sono state  rilasciate interviste a TELELOMBARDIA  e a  ANTENNATRE (servizio su questa rete nel TG delle ore 19:15).
Si anticipa che la  prossima sessione del Consiglio Provinciale di Milano in cui si riparlerà di Rho-Monza sarà il prossimo 28 settembre. Come per le precedenti sessioni, si invitano tutti i cittadini interessati a partecipare. A breve vi sarà data conferma della data e dell'orario.

martedì 14 settembre 2010

MERCOLEDì 15 SETTEMBRE: COMITATO PER L'INTERRAMENTO DELLA RHO-MONZA

I cittadini padernesi e il Comitato per l'interramento della Rho-Monza che li rappresenta, non intendono certo abdicare  di fronte alla prepotenza della Provincia ed all'arrogranza dell'Assessore (Pdl) De Nicola. 

Domattina, 15 settembre 2010, alle ore 10, nel cortile della Torneria di via Pasubio 57/59 a Paderno, si apre una nuova stagione di battaglie. 

Alla presenza delle televisioni locali, sarà presentato alla stampa il camion vela che diffonderà un importante messaggio di sensibilizzazione del problema Rho-Monza.

DAL COMITATO "NO INCENERITORE"

 ALLE PAROLE NON SEGUONO I FATTI

E' così che ci sentiamo di commentare quanto avvenuto nella seduta del Consiglio Provinciale di Milano di giovedì scorso, 9 settembre, presenti alcuni Sindaci, ma non la Amministrazione Padernese direttamente interessata, durante il quale si è discusso del problema della collocazione di nuovi inceneritori, nel territorio della nostra provincia, ed in particolare a Paderno Dugnano. leggi tutto

giovedì 9 settembre 2010

DAL MOVIMENTO "STOP AL CONSUMO DI TERRITORIO": ASSEMBLEA NAZIONALE 18 E 19 SETTEMBRE

Il 24 gennaio 2009, partiva da Cassinetta di Lugagnano una bella e grande avventura. Nevicava. Eravamo oltre 300. Comitati, ambientalisti, urbanisti, associazioni, amministratori, contadini, cittadini. Tante belle facce. Pulite. Riunite per lanciare il sassolino nello stagno che cadendo diceva “STOP AL CONSUMO DI TERRITORIO“.
Da quel giorno è iniziata una lunga serie di incontri sparsi in tutta Italia. Organizzati da cittadini, liste civiche, gruppi, partiti, che in modi e forme diverse si oppongono alla repellente crosta di asfalto e cemento che sta avvelenando l’Italia. Ci siamo incontrati, ci siamo incrociati, ci siamo scritti, ci siamo scambiati idee e opinioni. Ora, dopo questa prima fase di avvio, è giunto il momento di ritrovarci.
L’appuntamento è per il 18 e 19 settembre, a Sarzana. Per l’Assemblea Nazionale della Campagna Stop al Consumo di Territorio, Movimento di opinione per la difesa del diritto al territorio non cementificato. Passate parola. E se potete, volete, ci tenete al futuro vostro, dei vostri figli e di questo paese gravemente ammalato, cercate di  venire.

martedì 7 settembre 2010

VERSO LA COSTITUENTE ECOLOGISTA: PARTONO I CONFRONTI

RIFLESSIONI SULL'ECOLOGISMO: proponiamo il video "Da Pomigliano a Cancun passando per L'Aquila" (Giuseppe De Marzo - A Sud)...

Pubblichiamo questo intervento di Giuseppe De Marzo perchè crediamo possa essere un contributo alla riflessione politica che crediamo necessaria.
Il prossimo week-end a Vicenza (4° Festival No Dal Molin ) ci sarà la prima assemblea nazionale della Rete Italiana per la Giustizia Sociale e Ambientale (RIGAS). Guardiamo a questa iniziativa delle associazioni e dei movimenti con attenzione e interesse, nella prospettiva della Costituente Ecologista, condividendo i contenuti dell'appello lanciato da RIGAS, ma senza porre "cappelli". Auspichiamo che da esperienze come questa vi sia un'evoluzione positiva che, dal basso, possa ridare senso e qualità all'azione politica nel nostro Paese, coinvolgendo forze attive (buone, del volontariato, dell'impegno civile) superando l'appiattimento e l'abbruttimento cui stiamo assistendo, perchè si possa tornare a parlare di partecipazione democratica e di futuro. Sentiamo l'esigenza di prospettiva, di progetti, di idee. Il qualunquismo ("tanto sono tutti uguali") più che l'individualismo, è il male che ci attraversa come nazione, che caratterizza l'azione degli attuali partiti (e delle eventuali mafie che li sostengono) che sembrano non lavorare più per ciò che è "politico", (cioè pubblico", della "polis", per ciò che è "bene comune"), quanto per il perseguimento / mantenimento dello status di potere... e ciò fa molto male alla gente comune, all'ambiente che ci circonda, alle nostre vite.
C'è una grande confusione in giro, non si capisce più chi sta e da che parte sta. Sembra addirittura che l'ex segretario dell'MSI sia oggi il difensore (l'unico?) della Costituzione. Siamo all'assurdo. Ma sarà vero? Lo scontro delle opinioni è più frutto di un ragionamento che mira al consenso (si dice ciò che si reputa possa fare più "audience" o produrre proseliti) che sulla coerenza o su un progetto politico.
Non ci servono i movimenti d'opinione (se non si evolvono) nè i tentivi di continua mediazione per riuscire a fare "sintesi". Serve un progetto politico.
Noi ne abbiamo uno, chiaro, in cui crediamo  e per il quale intendiamo spenderci. Abbiamo dei contenuti; ciò a cui guardiamo è il "contenitore". Un contenitore che non può essere qualcosa costruito altrove, nè un paio di scarpe che si infilano nella speranza che calzino bene. Deve essere qualcosa che, coloro i quali condividono quei contenuti e quel progetto, costruiscono insieme.

IL CIRCOLO ECO CULTURALE LA MERIDIANA PROPONE LA QUARTA EDIZIONE DEL FESTIVAL DI MUSICHE E DANZE FOLK: ESSERCI!

Ucciso il sindaco di Pollica: Bonelli, assassinio Vassallo è attacco allo Stato


SUBITO RISPOSTA FERMA DELLE ISTITUZIONI CONTRO ESCALATION CRIMINALE -

"L'uccisione del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, è un attacco della criminalità organizzata allo Stato. Per questo è necessario che ci sia una risposta immediata delle istituzioni che devono affrontare la camorra come un'emergenza nazionale". Lo dichiara il Presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli che esprime "fortissima vicinanza e grande cordoglio" alla famiglia del primo cittadino del comune cilentano, "vittima di una brutale esecuzione". leggi tutto..

giovedì 2 settembre 2010

PADERNO DUGNANO: LE SCUOLE NELLA NEBBIA

Ai blocchi di partenza il nuovo anno scolastico e per le famiglie di Paderno Dugnano, solo mille incertezze...

L'anno scolastico 2010-2011 si presenta alle porte carico di buchi, dubbi e incertezze. I tagli alla scuola si sono fatti sentire pesanti su tutti i circoli e presidenze padernesi. Ancora non si sa bene quali saranno gli organici effettivi, ma non solo. Con settembre partono nella nostra città i primi due "Istituti comprensivi". Il Secondo Circolo Didattico di Paderno Dugnano e la Presidenza Secondarie primo Grado Don Minzoni e Gramsci si sono divisi per ricomporsi in una verticalizzazione che ad oggi non dispone di un progetto chiaro né delle necessarie dotazioni ad un'organizzazione, seppur minima, funzionante. Mentre per Palazzolo Milanese la situazione è meno grave (anche se non è ancora chiaro il numero degli insegnanti né del personale ATA), le scuole di Cassina Amata e la Media Gramsci hanno come unica certezza il Dirigente Scolastico, che si è fatto conoscere lo scorso anno per l'attacco gratuito ad alcuni genitori (tra cui vi era l'ex assessore Grassi). La scuola Gramsci tra l'altro ha appena subito un allagamento ed è ancora inagibile; le lezioni, che inizieranno tra una decina di giorni, si dovranno molto probabilmente tenere altrove.  
Oltre alla scure della Gelmini, oltre alle incertezze su insegnanti e composizione delle classi, oltre a questi disagi reali, a Paderno Dugnano ci tocca subire il disinteresse dell'amminstrazione Comunale che è davvero sorprendente! Sono passati i tempi in cui l'amministrazione si mobilitava, e lo faceva per tempo, per capire gli assetti e discutere con l'Ufficio Scolastico Provinciale affinché le famiglie Padernensi potessero avere garantito un servizio scolastico degno e di qualità. Sono passati i tempi in cui gli amministratori si confrontavano con i cittadini per rappresentarne e sostenere fino in fondo gli interessi! 
Ma dov'è l'Amministrazione Comunale? A realizzare un parcheggio per non più di 10 posti auto (in un blitz del 26 agosto) dentro il parco della scuola elementare Fisogni, un parcheggio non voluto dai palazzolesi, sul cui progetto i genitori, contrari, avevano raccolto numerose firme e motivato all'Amministrazione le loro ragioni! 
 Sorpresi? L'Assessore ai lavori Pubblici e l'Assessore Di Maio non fanno gli interessi dei cittadini, delle famiglie e dei bambini. Questo è evidente.
Nel momento in cui le scuole hanno bisogno di tutto, fuorché di parcheggi privati per pochi dipendenti della scuola, questo è il comportamento dei nostri amministratori! Non dice niente, il Sindaco? Niente soldi per la scuola di Palazzolo, aveva detto alla festa di fine anno ai genitori, perché è vecchia e va ricostruita da un altra parte, però non si sa quando né come... Quante certezze! Le scuole e il futuro della nostra città non interessano al centro destra.
(I bambini non votano e, soprattutto, non amano il cemento né girano in auto).

SALVIAMO SAKINEH

OGGI GIOVEDI' 2 SETTEMBRE LA MANIFESTAZIONE SOTTO L'AMBASCIATA DELL'IRAN PROMOSSA DAI VERDI 
I Verdi, che hanno aderito all'appello per impedire la lapidazione Sakineh Mohammadi Ashtiani, hanno organizzato per oggi sit-in sotto la sede dell'ambasciata iraniana a Roma in Via Nomentana - altezza civico 363 per salvare la vita alla donna iraniana di 43 anni condannata alla lapidazione per un supposto adulterio.
 

sakineh "Salviamo Sakineh": con questo striscione si è aperta la manifestazione nazionale, mentre gigantografie della donna sono state esposte sulla facciata di Palazzo Chigi, Campidoglio e Palazzo Valentini, mentre continuano ad arrivare lettere di solidarietà dal mondo della politica, della cultura, della scienza, dello sport e dello spettacolo.

"Chiediamo a tutte le forze politiche e democratiche, alle associazioni e ai movimenti di partecipare al presidio presso l'ambasciata iraniana a Roma per salvare Sakineh dalla lapidazione", ha detto il presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli. "Anche l'Italia, come hanno già fatto diversi Paesi europei, fra cui la Francia, deve far sentire forte la sua voce contro la violazione sistematica dei diritti umani. Quello che accade in Iran è una vergogna internazionale".

AddThis

"Tutte le promesse di benessere e tutte le sicurezze date in epoca moderna dalle istituzioni statali nazionali, dai politici e dagli esperti di scienze e tecniche, sono state distrutte. E non c'è più in giro un'istanza che tolga all'uomo le sue nuove paure. Ecco allora che la crisi ecologica ci fa intravedere qualcosa come un senso all'orizzonte, persino la necessità di una politica globale ed ecologica nel nostro agire quotidiano". U. Beck